400G brilla per la rete globale di Sparkle

Il 400G consente un nuovo livello di scalabilità a Sparkle, uno dei più grandi fornitori di servizi Tier 1 a livello internazionale. Man mano che la domanda digitale accelera, le soluzioni 400G di Juniper consentono a Sparkle di soddisfare in modo economico le esigenze dei suoi fornitori di contenuti, partner di peering e altri clienti di transito IP. 

Panoramica


Azienda Sparkle
Settore Service Provider
Prodotti utilizzati PTX10004, PTX10008, PTX10016PTX10003Junos OS
Regione EMEA
Immagine di Sparkle
Storia di successo del cliente - In breve

Service provider a livello internazionale (Center for Applied Internet Data Analysis)

77 Tbps

Traffico di dati trasportati in tutto il mondo nel 2021

400G

Le porte da 400G consentono di abbassare il TCO rispetto a singole porte da 100G

25 anni

Di storia di fornitura di transito IP ad alta velocità

La sfida

Domanda digitale globale senza rallentamenti

"I nostri clienti hanno fame di larghezza di banda", afferma Sandro Di Giacomo, Senior Product Manager for IP Transit di Sparkle. "In quanto uno dei più grandi fornitori di transito Tier 1, abbiamo voluto introdurre il 400G per soddisfare la forte domanda dei nostri clienti service provider".

Sparkle, di proprietà del gruppo TIM, gestisce Seabone, la rete di fibra di 600.000 chilometri che dall'Europa si estende all'Africa, alle Americhe e all'Asia. Sparkle fornisce anche servizi di transito IP a Telecom Italia.

Dopo aver trasportato 77 Tbps di dati nel 2021, Sparkle voleva assicurarsi che la sua rete backbone fosse pronta per la crescita futura, in particolare per le applicazioni cloud, i contenuti e i media in streaming.

"L'obiettivo era di essere preparati per i nostri clienti che chiedono un'interconnessione da 400G ", afferma Maurizio Pagnottelli, Senior Product Engineer di Sparkle.

Di Giacomo e Pagnottelli progettano la rete di transito IP dell'azienda da oltre due decenni.  

Sparkle Challenge
Soluzione

Il 400G aumenta le economie di scala

Per Sparkle il 400G è un modo più efficiente di fornire connettività IP internazionale ad alte prestazioni.

Progettati per il 100G e il 400G di scala elevata, i router di trasporto pacchetti Serie PTX di Juniper consentono a Sparkle di ridurre il costo per bit fornendo la stessa larghezza di banda con un'impronta inferiore. La rete con capacità 400G è più facile da gestire, con un numero inferiore di porte complessive e un minore consumo di energia.

Ultracompatti e ad altissima densità, i router PTX sono in grado di rispondere alle limitazioni di spazio e di potenza di alcune sedi di Sparkle senza sacrificare l'affidabilità o le caratteristiche. Sparkle utilizza router PTX10004 e PTX10008 modulari nei suoi punti di presenza e router PTX10003 compatti nelle strutture di co-ubicazione.

I router PTX eseguono Junos Evolved, un sistema operativo di rete ottimizzato dal cloud con un'architettura di microservizi che offre resilienza, velocità di funzionalità e programmabilità. Junos Evolved offre semplicità e coerenza operativa, preservando la profonda esperienza di Sparkle nella progettazione e gestione delle operazioni con Junos OS. 

Sparkle Solution
Risultato

Il backbone globale celebra il giubileo d'argento con il 400G

Il passaggio al 400G consente a Sparkle di soddisfare le crescenti esigenze di capacità con economie di scala migliori. In 25 anni, il backbone di Sparkle è cresciuto di quasi dieci volte da 45 Mbps a 400 Gbps.

"Il 400G semplifica la rete ed elimina la necessità di utilizzare più link da 100 Gbps", afferma Pagnottelli.

L'hub siciliano di Sparkle, che serve l'area mediterranea e il suo hub milanese che serve l'Europa continentale, sono i primi a passare al 400G insieme a Marsiglia, Francoforte, Amsterdam, Miami, San Paolo e Buenos Aires, gli hub IP europei, statunitensi e sudamericani più grandi e più importanti. Altri punti di presenza principali seguiranno per soddisfare la domanda di fornitori di contenuti, media di streaming, partner di peering e altri clienti di transito IP.

Sparkle Outcome
"L'efficienza maggiore di CapEx è stata una guida per andare con la piattaforma PTX di Juniper. Il mercato è molto competitivo ed è fondamentale per noi essere in grado di abbassare il costo di larghezza di banda per unità e aumentare la competitività".
Maurizio Pagnottelli Senior Product Engineer, Sparkle

Pubblicato nel marzo 2022