Dartmouth trasforma l'esperienza del campus con l'insight dell'intelligenza artificiale

Le università sono sotto pressione per soddisfare le aspettative degli studenti per un accesso veloce, pervasivo e affidabile alle applicazioni di cui hanno bisogno, indipendentemente da dove si trovano nel campus. Per offrire un'esperienza di servizio straordinaria, Dartmouth si è affidato a una rete basata su Mist AI e l'automazione. 

Panoramica


Azienda Dartmouth College
Settore Formazione
Prodotti utilizzati EX3400QFX10002Servizi cloud
Regione Americhe
Immagine del Dartmouth
La sfida

L'ottimo Wi-Fi fa parte dell'esperienza del college

Quando due anni fa Mitch Davis assunse l’incarico di CIO del Dartmouth College, volle adeguare in modo più efficiente le iniziative IT alla missione e al piano strategico dell'università. Davis la definisce "ICT 2.0", ossia informazione, consulenza e tecnologia, che manterrà il college tra gli istituti all'avanguardia in campo tecnologico.

Il Wi-Fi è una priorità assoluta. Gli studenti pretendono un servizio wireless veloce, pervasivo e affidabile tanto quanto un programma di studi interessante, buoni professori e una vita sociale intensa. Tuttavia, la generazione digitale aveva portato la rete del campus di Dartmouth al limite delle sue capacità. Con oltre 25.000 dispositivi connessi, negli ultimi anni il college aveva visto aumentare di sei volte quelli mobili. Di conseguenza, il Wi-Fi era mediocre, soprattutto negli edifici storici e nelle grandi aule.

"Gli studenti sono per oltre il 90% in sede, quindi si aspettano di avere pieno accesso al sistema di gestione dell'apprendimento o alle tecnologie in classe", spiega Felix Windt, responsabile del networking di Dartmouth. “Vogliono che la rete funzioni, non solo negli studentati ma in tutti i loro luoghi di incontro".

Per raggiungere questo obiettivo, il team IT doveva abbandonare lo status quo. Davis decise di offrire a studenti, docenti e personale amministrativo un'esperienza Wi-Fi di prim'ordine. Ciò significava un aggiornamento completo della rete, dalla fibra ai punti di accesso.

Dartmouth Challenge
Soluzione

Fare squadra per offrire la migliore rete del campus

Il deployment della Piattaforma Mist è iniziato nella Tuck School of Business e nella Thayer School of Engineering, con l'intenzione di estendere il nuovo Wi-Fi a tutti i 200 edifici del campus. Mist offre Wi-Fi 802.11ax e 802.11ac ad alte prestazioni, Bluetooth LE e IoT.

Windt ha sviluppato strumenti di automazione per accelerare il deployment. "Se si riesce a ridurre di un'ora l'installazione di 2000 punti di accesso, è l'equivalente di un dipendente a tempo pieno per un anno. Possiamo impiegare quel tempo per servire i clienti invece di fissare punti di accesso al soffitto".

La rete del campus di Dartmouth utilizza un'architettura Ethernet VPN-Virtual Extensible LAN (EVPN-VXLAN) per fornire connettività Layer 2/Layer 3 con una maggiore scalabilità ed efficienza. EVPN-VXLAN disaccoppia la rete underlay (topologia fisica) dalla rete overlay (topologia virtuale), offrendo una maggiore flessibilità. "Trasformando la nostra rete da una semplice Layer 2/Layer 3 a EVPN, possiamo aumentare in modo significativo le aree di sicurezza del campus", spiega Windt. "Ora possiamo ispezionare il traffico est-ovest, invece di limitarci al confine".

Lo Switch QFX10002 di Juniper Networks® è utilizzato nella rete core, mentre l'Ethernet Switch EX3400 di Juniper Networks fornisce un networking di accesso a costi contenuti. Progettato per la semplicità, il sistema operativo Junos® supporta tutto il networking e la sicurezza Juniper. La rete è costruita per garantire affidabilità e sicurezza e automatizza le operazioni. 

Dartmouth Solution
Risultato

Le recensioni degli studenti sono molto positive

Con una rete basata su Juniper e Mist, tutti al Dartmouth stanno vivendo un cambiamento positivo. La rete Wi-Fi a 5 GHz, progettata per gli attuali ambienti mobili ad alta densità, consente agli studenti di accedere facilmente al sistema di gestione dell'apprendimento, di collaborare a presentazioni aziendali o di eseguire simulazioni di progettazione. I professori possono utilizzare i loro iPad come ausili visivi in classe e il personale amministrativo ha accesso immediato alle risorse necessarie per svolgere il proprio lavoro.

Mist include Marvis, un Assistente di rete virtuale simile a Siri, che utilizza l'elaborazione del linguaggio naturale per fornire al personale IT risposte a domande seguenti: "Come si comportano i punti di accesso nella Goldstein Hall?".

Anche le operazioni di rete sono semplificate, e così il team IT può dedicarsi a progetti più strategici. Con Mist Wi-Fi, ha una nuova visibilità sull'esperienza utente, compresa la possibilità di monitorare l'utilizzo del Wi-Fi e delle applicazioni. Per la prima volta, può stabilire, misurare e applicare livelli del servizio definiti. Ad esempio, se un utente impiega più di due secondi per connettersi alla rete Wi-Fi della biblioteca, l'assistenza ne viene subito a conoscenza e sa se è stato il dispositivo o una parte specifica della rete a non funzionare. Grazie a queste informazioni, il personale di supporto può risolvere in autonomia un maggior numero di problemi di connettività, senza essere costretto a rivolgersi al team dei servizi di rete.

In prospettiva, Dartmouth sta esaminando le possibilità offerte dai servizi basati sulla localizzazione. Grazie ai beacon e al Bluetooth Low Energy integrati nella Piattaforma Mist, l'università può fornire ai visitatori indicazioni passo passo per raggiungere le loro destinazioni, automatizzare la rilevazione delle presenze nelle aule oppure proporre visite al museo in realtà aumentata. Con una solida base di rete, Davis e il suo team sanno che il campus è ottimamente preparato per un futuro di innovazioni entusiasmanti che manterranno Dartmouth nell'Elite digitale.

Dartmouth Outcome
Guarda il video

 

"Juniper semplifica l'approccio all'automazione basato sul flusso di lavoro grazie alle sue API. Possiamo gestire l'intera rete come infrastructure-as-code".

 

Felix Windt

Responsabile del networking, Dartmouth

Mitch Davis, CIO, Dartmouth
"Cerchiamo di creare la migliore esperienza cliente possibile. Mist ci consente, grazie all'elaborazione analitica, di scoprire dove si annidano i nostri problemi, anche se riguardano solo il due per cento, e risolverli all'istante. Con Mist, possiamo creare questo tipo di esperienza per il cliente."
Mitch Davis CIO, Dartmouth